Il potassio è un minerale che riusciamo ad assumere grazie all’alimentazione di tutti i giorni. Scopri di più con il nostro articolo.

Il potassio è un minerale necessario per una buona salute: è coinvolto in processi fisiologici basilari, quali la trasmissione degli impulsi nervosi, il controllo dei muscoli e della pressione arteriosa e si occupa anche di regolare il buon funzionamento di organi come cuore e fegato e del processo di digestione.
Possiamo assumere il potassio semplicemente facendo attenzione alla nostra alimentazione: vi sono alimenti che ne facilitano l’assimilabilità, altri che ne limitano la biodisponibilità per il nostro organismo.

Chi ha bisogno di prestare attenzione al potassio?

Sebbene il potassio aiuti il nostro organismo in svariati modi, non tutti possono assumere la stessa quantità di questo minerale, dipende infatti dal loro stato di salute generale.

  • Le persone con problemi renali, ad esempio, dovrebbero mantenere il livello di potassio basso per evitare che si depositi nel sangue. In condizioni fisiche normali i reni sono in grado di espellere il potassio attraverso le urine ma in persone con insufficienza renale o in dialisi, questa attività può essere compromessa.
  • Le persone con pressione alta molto probabilmente hanno un’alimentazione ricca di sodio e povera di potassio ed hanno quindi bisogno di assumere una maggiore quantità di questo minerali. Alcuni sintomi dell’ipopotassiemia sono: debolezza, affaticamento, costipazione e crampi muscolari.

Il potassio nell’alimentazione

Sebbene molti associno il potassio alle banane, ci sono molti altri alimenti ricchi di questo minerale:

  • albicocche secche
  • melone
  • barbabietole
  • fichi
  • arancia
  • patate
  • latticini
  • carne
  • lievito di birra

Attenzione però anche agli alimenti che riducono l’assunzione di potassio da parte dell’organismo, va evitato (o ridotto) il consumo di: bibite gassate, zucchero, alcool, caffè, sale da cucina.

Rivolgetevi al vostro medico o consultate un nutrizionista prima di modificare la vostra dieta.

Fonte: http://www.everydayhealth.com/